Scoperta il 12 ottobre 1492 da Cristoforo Colombo che, credendo  di essere giunto in India nella favolosa terra dell’oro Le diede il nome Cibao, Cuba è l’isola più grande del vasto arcipelago dei Caraibi.

Accarezzata dalle calde acque del Mar dei Caraibi a Sud e da un tratto di Oceano Atlantico a Nord, tra gli Stati Uniti e il canale dello Yucatán, Cuba ha oltre 5000 Km di coste con oltre 300 spiagge naturali, che la rendono una delle mete preferite dai turisti in cerca di mare, sole e relax.

Ma Cuba è molto più di questo.

Cuba é sonorità coinvolgenti e ritmi tribali, tra edifici coloniali, una partita di dominò ed un incontro di baseball, gustando la vera Comida Criolla

Cuba è: un’avventura da Pinar del Rio a Santiago de Cuba, da Punta de Maisì al Cabo San Antonio.

Ogni città di Cuba racconta una storia, una cultura, é una realtà da scoprire e da vivere.

Pinar del Rio, capitale cubana del tabacco con la Valle di Vinales: Valle di incomparabile bellezza tra natura, aree verdeggianti e grotte sotterranee, caratterizzata dai “Mogotes”, massicci rocciosi considerati i più antichi di Cuba.

La Capitale, L’Avana, dove sembra che il tempo si sia fermato. E’ uno dei centri urbani più ricchi di cultura del mondo. Le cattedrali, i palazzi ed il famoso Capitolio testimoniano il suo ricco passato coloniale, Il Castillo del Morro racconta il tempo della dominazione spagnola  ed il quartiere storico della Habana Vieja, completamente ristrutturato, è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. E poi il Malecòn: lungomare di più di 8 chilometri da cui osservare la vita della città, tra coloratissime auto anni ’50 e le onde dell’oceano che si infrangono sulla scogliera.

Isla de la Juventud: Mare incontaminato, cristallino, con un fondale caratterizzato da bellissime stelle marine. E’ la destinazione perfetta per chi ama dedicarsi al diving. L’isola si presenta ancora vergine con una natura rigogliosa e selvaggia composta di arbusti, palme e mangrovie.

La provincia di Matanzas, bellissima dal punto di vista naturale, ospita il Parque Nacional Ciénaga de Zapata e soprattutto la località balneare più celebre di Cuba e una delle più belle del mondo: Varadero, 20 chilometri di magnifiche spiagge di sabbia bianca ed acqua cristallina.

Santa Clara, la città del Che Guevara con il famoso Mausoleo e il treno blindato che testimoniano la vita e l’esempio del celebre Comandante. Delimitata dalla Sierra del Escambray é caratterizzata da dolci colline coltivate a caffè e tabacco e rappresenta il centro più importante del paese per la coltivazione della canna da zucchero.Passando da San Juan de Remedios si arriva a  Cayo Santa Maria: un vero paradiso naturale.

Trinidad, nella provincia di Sancti Spiritus é la colorata città coloniale di Cuba, dichiarata nel 1988 patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. Città-museo, con le sue vie di selciato, i meravigliosi cortili e gli edifici coloniali rappresenta un viaggio nel tempo tra i secoli XVIII e XIX. A pochi chilometri si raggiunge la sua meravigliosa spiaggia: Playa Ancòn. Importante centro culturale Trinidad ospita la Casa de la Trova, El Palenque de Los Congos Reales, La Canchanchara e la Casa della Musica, con esibizione di gruppi musicali ogni sera diversi, per ballare salsa con musica dal vivo.

La provincia di Ciego de Ávila, situata proprio nel centro dell’isola, si affaccia sul mare, sia nella parte settentrionale che in quella a sud. I luoghi turistici più importanti si trovano a nord nell’arcipelago Sabana-Camaguey (Cayo Coco e Cayo Guillermo) e a sud nell’Arcipelago dei Giardini della Regina.

Camaguey. La città de Los Tinajones, terza città di Cuba per dimensioni. Ricca di chiese pittoresche ed edifici neoclassici, il suo centro storico è stato dichiarato patrimonio dell’Unesco. La provincia è caratterizzata da 2 altipiani  che  conservano ancora zone vergini ed inesplorate e dalla Playa Santa Lucia: spiaggia tra le più bianche di Cuba e paradiso per l’esplorazione della splendida barriera corallina.

Las Tunas: nome che deriva dalla vegetazione caratteristica della zona è conosciuta come “Balcón de Oriente” . La sua storia e il suo folclore si trovano ad ogni angolo della regione, più rurale rispetto altre zone di Cuba e proprio per questo, più accogliente.

Granma: deve il suo nome alla nave che trasportò 82 rivoluzionari guidati da Fidel Castro. Gran parte del suo territorio è in pianura, escluso nella sua parte meridionale, dove si trova la Sierra Maestra. Il suo centro più importante, Bayamo, è una bella cittadina che conserva praticamente intatte le tradizioni del popolo cubano.

San Isidro de Holguin definita la città dei parchi, con piazze eleganti e numerosi musei conserva intatte le tracce dell’architettura spagnola. Un’ottima base di partenza per visitare il vicino parco naturale di Bahia de Naranjo e le meravigliose spiagge di Playa Esmeralda e Guardalavaca.

Santiago de Cuba: capitale dell’Oriente e seconda città più importante del paese, affacciata sul Mar dei Caraibi. Famosa per  la sua storia rivoluzionaria è terra di musica e tradizione con forti influenze culturali afro-cubane. E’ qui dove è nato il Son, madre della Salsa.

La provincia di Guantánamo si trova nella parte più orientale di Cuba. È caratterizzata da una superficie montagnosa ed è conosciuta soprattutto per lo stabilimento della Base Navale Statunitense nel villaggio di Caimanera, nel 1902.  In realtà questo prezioso territorio è caratterizzato da meravigliosi luoghi naturali, tra cui Baracoa: Un enorme parco naturale, tra fiumi, foreste e cascate.